RESPECT

145 minuti

Genere: Musica - Dramma - Storia
Regia: Liesl Tommy
Lingua: Italiano

Trama: Il film racconta, la straordinaria storia di una delle voci più incredibili di tutti i tempi: Aretha Franklin. La storia parte dala sua infanzia - quando cantava nel coro della chiesa di suo padre - fino alla celebrità internazionale, non tralasciando le difficoltà e le avversità personali

Con: Jennifer Hudson, Forest Whitaker, Marlon Wayans, Audra Mc Donald, Mary J. Blige, Marc Maron, Tituss Burgess, Saycon Sengbloh, Hailey Kilgore, Tate Donovan, Skye Dakota Turner, Heather Headley, Leroy Mc Clain, Lodric D. Collins, Brenda Nicole Moorer

I NOSTRI FANTASMI

90 minuti

Genere: Dramma
Regia: Alessandro Capitani
Lingua: Italiano

Trama: Valerio (michele Riondino), un padre rimasto senza lavoro e senza casa, cerca disperatamente di sottrarre il figlio Carl dai servizi sociali. L'uomo ha occupato il sottotetto della loro ex-abitazione e spaventa chiunque si stabilisca nell'appartamento "di sotto" fingendosi, con l'aiuto del figlio, fantasmi. Tutto procede per il meglio finché non entra in casa Miryam (hadas Yaron) con la figlia Emma di soli due anni. La donna non si spaventa facilmente. Oltre le pareti di quella casa, Miryam deve infatti far fronte a un pericolo più concreto che la minaccia, un fantasma in carne ed ossa: il marito Cristian (paolo Pierobon), che la pestava a sangue

Con: Michele Riondino, Hadas Yaron, Paolo Pierobon, Orlando Forte, Alessandro Haber

NO TIME TO DIE

163 minuti

Genere: Avventura - Thriller - Azione
Regia: Cary Joji Fukunaga
Lingua: Italiano

Trama: Bond ha abbandonato gli impegni in prima linea e si gode una tranquilla vita in Giamaica. La sua pace ha vita breve dopo che il vecchio amico Felix Leiter della cia si palesa con una richiesta d’aiuto. La missione ha l’obiettivo di recuperare uno scienziato rapito e si rivela molto più complessa di quanto atteso: Bond sarà messo alla prova da un misterioso nemico dotato di una nuova arma tecnologica

Con: Daniel Craig, Rami Malek, Léa Seydoux, Lashana Lynch, Ana De Armas, Ben Whishaw, Ralph Fiennes, Naomie Harris, Jeffrey Wright

QUO VADIS, AIDA?

101 minuti

Genere: Guerra - Dramma
Regia: Jasmila žbanić
Lingua: Italiano

Trama: Bosnia, luglio 1995. Aida è un’interprete che lavora alle Nazioni Unite nella cittadina di Srebrenica. Quando l’esercito serbo occupa la città, la sua famiglia è tra le migliaia di cittadini che cercano rifugio nell’accampamento delle Nazioni Unite. Come persona informata sulle trattative, Aida ha accesso a informazioni cruciali per le quali è richiesto il suo ruolo di interprete. Cosa si profila all’orizzonte per la sua famiglia e la sua gente? La salvezza o la morte? Quali passi dovrà intraprendere?

Con: Jasna đuričić, Izudin Bajrović, Boris Ler, Dino Bajrović, Johan Heldenbergh, Raymond Thiry, Boris Isaković, Emir Hadžihafizbegović

EZIO BOSSO - LE COSE CHE RESTANO

110 minuti

Genere: Documentario
Regia: Giorgio Verdelli
Lingua: Italiano

Trama: Evento Speciale fuori concorso alla 78. Mostra Internazionale d’arte Cinematografica di Venezia. Solo il 4-5-6 Ottobre 2021 al cinema Il film evento per entrare nel mondo dell’artista che ha fatto dell’amore per l’arte la sua ragione di vita. Dal regista e dai produttori di “paolo Conte, Via con me”, un nuovo, appassionato documentario musicale, anche questo presentato in anteprima nella sezione Fuori Concorso della 78. Mostra Internazionale d’arte Cinematografica di Venezia “ezio Bosso. Le cose che restano” di Giorgio Verdelli, prodotto da Sudovest Produzioni, Indigo Film con Rai Cinema e in uscita nelle sale italiane con Nexo Digital solo il 4, 5, 6 ottobre. Al centro della carriera e dell’esistenza di Ezio Bosso (1971-2020), che è stata quanto di più atipico si possa immaginare, sia per le vicende personali che professionali, c’è sempre stato l’amore per l’arte, vissuta come disciplina e ragione di vita. Nel film il racconto è affidato allo stesso Bosso, attraverso la raccolta e la messa in fila delle sue riflessioni, interviste, pensieri in un flusso di coscienza che si svela e ci fa entrare nel suo mondo, come in un diario. La narrazione è stratificata, in un continuo rimando fra immagine e sonoro. Le parole dell’artista si alternano alla sua seconda voce, la musica, e alle testimonianze di amici, famiglia e collaboratori che contribuiscono a tracciare un mosaico accurato e puntuale della sua figura. Portatore di un potente messaggio motivazionale nella sua vita e nella sua musica, Ezio Bosso è stato e sarà sempre una fonte d’ispirazione per chiunque vi si avvicini. “una presenza, non un ricordo”, come racconta lo stesso regista del film, Giorgio Verdelli

IL MATERIALE EMOTIVO

97 minuti

Genere: Dramma
Regia: Sergio Castellitto
Lingua: Italiano

Trama: Pierre è un libraio di Parigi dedito alla ricerca di rari tomi, una passione in linea con la sua professione. a impegnare la sua giornata non sono solo i volumi d'antiquariato, ma anche la figlia paraplegica, di cui si prende cura. Questa vita a tratti monotona e a tratti abitudinaria viene sconvolta da una giovane donna, che irrompe nella sua esistenza come una tempesta a cui segue un meraviglioso arcobaleno

Con: Sergio Castellitto, Bérénice Bejo, Matilda De Angelis, Clemente Maccaro

LA SCUOLA CATTOLICA

106 minuti

Genere: Dramma
Regia: Stefano Mordini
Lingua: Italiano

Trama: In un quartiere residenziale di Roma sorge una nota scuola cattolica maschile dove vengono educati i ragazzi della migliore borghesia. Le famiglie sentono che in quel contesto i loro figli possono crescere protetti dai tumulti che stanno attraversando la società e che quella rigida educazione potrà spalancare loro le porte di un futuro luminoso. Nella notte tra il 29 e il 30 settembre del 1975 qualcosa si rompe e quella fortezza di valori inattaccabili crolla sotto il peso di uno dei più efferati crimini dell’epoca: il delitto del Circeo. i responsabili sono infatti ex studenti di quella scuola frequentata anche da Edoardo, che prova a raccontare cosa ha scatenato tanta cieca violenza in quelle menti esaltate da idee politiche distorte e un’irrefrenabile smania di supremazia

Con: Benedetta Porcaroli, Giulio Pranno, Ludovico Tersigni, Emanuele Maria Di Stefano, Giulio Fochetti, Gianluca Guidi, Fausto Russo Alesi, Valentina Cervi, Riccardo Scamarcio, Jasmine Trinca, Valeria Golino, Fabrizio Gifuni, Sergio Romano

VENEZIA - INFINITA AVANGUARDIA

90 minuti

Genere: Documentario
Regia: Michele Mally
Lingua: Italiano

Trama: venezia. infinita avanguardia solo 11-12-13 ottobre 2021 ai cinema eurcine - giulio cesare - quattro fontane Con la partecipazione straordinaria di Carlo Cecchi e Hania Rani e la voce narrante di Lella Costa. Colonna sonora originale di Hania Rani 1600 anni dopo la sua leggendaria fondazione, Venezia continua ad essere unica: per l’ambiente urbano, fatto di pietra, terra e acqua e per la sua storia-leggenda. Ma, soprattutto, Venezia è unica per la sua identità di città ossimoro che tiene insieme dna opposti in una formidabile contraddizione: il fascino della decadenza e la frenesia dell’avanguardia. Il Canal Grande, il Museo Correr, le vedute di Canaletto, le opere di Francesco Guardi, Pietro Longhi, Giambattista e Giandomenico Tiepolo, Vittore Carpaccio, e naturalmente quelle di Bellini alle Gallerie dell’accademia, di Tiziano, Tintoretto, Veronese. e ancora Ca’ Rezzonico | Museo del Settecento Veneziano, il Grand Tour, le sculture di Canova, gli scatti d’epoca di Carlo Naja che conquistarono l’europa, gli antichi mestieri ritratti nelle fotografie di Enrico Fantuzzi, Palazzo Pesaro degli Orfei, Emilio Vedova e la sua lotta per salvare i Magazzini del Sale, Carmelo Bene che legge il Manifesto futurista “contro Venezia passatista”, le trasgressioni del Carnevale, le antiche fornaci ora laboratori di sperimentazione di Adriano Berengo, l’arrivo in città del Circo Togni coi suoi elefanti sui ponti storici, le pièces di Goldoni, le straordinarie ville Liberty, l’eleganza e la moda del Lido, le feste veneziane a casa del compositore americano Cole Porter e della moglie Linda, l’età del jazz, le serate mondane della giornalista americana Elsa Maxwell, le opere misteriose di Banksy, i taccuini fitti di appunti di John Ruskin, la vibrazione cromatica e meditativa dell’acqua raccontata da Turner, le tombe di Sergej Djagilev e Igor Stravinskij, il fascino della Giudecca, il Caffè Florian e la nascita dell’idea della Biennale, la Mostra Cinematografica e il primo nudo nella storia del cinema, l’insonnia veneziana di Wagner, le pittrici Giulia Lama e Rosalba Carriera, Lucrezia Cornaro Piscopia, prima donna laureata della storia, la determinazione delle cortigiane, i vetri di Murano e i capolavori di Giuseppe Lorenzo Briati, le fughe di Casanova, il mose e l’emergenza ambientale, l’amore per la città di Hugo Pratt, le spoliazioni napoleoniche, il soggiorno dell’imperatrice Sissi, gli intarsi di Andrea Brustolon che Balzac soprannominò il “michelangelo del legno”, i tessuti e gli abiti di Mariano Fortuny e della moglie Henriette, la Marchesa Casati Stampa, la favolosa, eccentrica, imprevedibile Peggy Guggenheim, la suggestione del Teatro La Fenice, uno dei templi della musica più belli del mondo. venezia. infinita avanguardia è un labirinto di storie, opere d’arte, palazzi, personaggi della vita sociale e culturale, luoghi, stravaganze, tradizioni. è un’esperienza sensoriale fatta di luci, acqua e musica. Accanto a connessioni e suggestioni, scorrono le testimonianze di storici dell’arte, urbanisti, sociologi, filosofi, curatori, musicisti, scrittori, giornalisti, artisti, nostri contemporanei. Come l’artista e attivista cinese Ai Weiwei, l’artista veneziano Giorgio Andreotta Calò, la storica dell’arte e direttrice della Fondazione Musei Civici di Venezia Gabriella Belli, la giornalista Luciana Boccardi, il Direttore di corila – Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia Pierpaolo Campostrini, l’archeologo Diego Calaon, lo storico dell’arte Alberto Craievich, l’architetto, ricercatrice e scrittrice Giulia Foscari, la scrittrice Cristina Gregorin, la Presidente Musei Civici di Venezia Mariacristina Gribaudi, l’artista tedesco Anselm Kiefer, il Rettore dell’università Ca’ Foscari Tiziana Lippiello, lo scenografo Pier Luigi Pizzi, la ricercatrice cnr-ismar Angela Pomaro, lo storico bizantinista Giorgio Ravegnani, lo storico dell’arte Pierre Rosenberg, la figlia di Arnold Schoenberg e moglie di Luigi Nono Nuria Schönberg, la Direttrice del Centre for Cultural Heritage Technology – Istituto Italiano di Tecnologia Arianna Traviglia. Perché Venezia non si è mai fossilizzata nella conservazione di una sola identità storica, ma ha sempre lasciato che il genio e la creatività dei viaggiatori di passaggio e dei suoi stessi abitanti, con estro e trasgressione, continuassero a reinventarla. Sarà la grande sfida del futuro, per risolvere le emergenze e i problemi, per una città che vuole essere all’avanguardia nella cultura, nella creatività ma anche nella sostenibilità del domani

SALVATORE - IL CALZOLAIO DEI SOGNI

120 minuti

Genere: Documentario
Regia: Luca Guadagnino
Lingua: Italiano

Trama: L'appassionante storia umana, artistica e imprenditoriale di Salvatore Ferragamo, dall'infanzia a Bonito, dove ha realizzato le sue prime scarpe, al viaggio in America in cerca di fortuna, dalle esperienze a Hollywood al ritorno in Italia, dal rischio del fallimento alla rinascita nel suo laboratorio di Firenze fino alla definitiva consacrazione. Carattere, istinto, genio, curiosità e straordinaria intuizione: Salvatore - Shoemaker of Dreams mostra il mistero e il fascino di una figura complessa, un'icona della moda italiana e mondiale che non ha mai perso di vista l'importanza dei legami famigliari. Il docufilm, con la voce narrante di Michael Stuhlbarg, si avvale di immagini inedite e testimonianze che vedono protagonisti, accanto ai membri della famiglia Ferragamo, il regista Martin Scorsese, la costumista Deborah Nadoolman Landis, e numerosi studiosi, docenti, stilisti, giornalisti, critici di moda e cinematografici

Con: Manolo Blahnik, Grace Coddington, Christian Louboutin, Salvatore Ferragamo, Suzy Menkes, Deborah Nadoolman, Martin Scorsese, Michael Stuhlbarg

THE LAST DUEL

152 minuti

Genere: Dramma - Storia
Regia: Ridley Scott
Lingua: Italiano

Trama: 1386. Dopo essere tornato dalla guerra, il cavaliere Jean de Carrouges (matt Damon) scopre che sua moglie Marguerite (jodie Comer) è stata violentata dallo scudiero e suo amico Jacques Le Gris (adam Driver). Essendo al tempo la testimonianza della donna troppo debole, la vittima dello stupro non viene creduta durante il processo e accusata di dire falsità. è così che Jean per difendere l'onore di sua moglie decide di sfidare a duello Jacques, seguendo il principio del "deus Vult", ovvero il sopravvissuto per volontà divina avrebbe vinto la contesa. Solo uno tra i due potrà quindi sopravvivere a quello che è stato l'ultimo duello giudiziario nella storia francese

Con: Jodie Comer, Matt Damon, Adam Driver, Ben Affleck, Marton Csokas, Harriet Walter, Clare Dunne, Zeljko Ivanek, Nathaniel Parker, Michael Mc Elhatton, Alex Lawther, Zoé Bruneau, Ian Pirie, William Houston, Sam Hazeldine, Brian F. Mulvey, Caoimhe O'malley, Clive Russell, Julian Firth, Serena Kennedy, Bosco Hogan, Kevin Mc Gahern, Simone Collins, Paul Bandey, Thomas Silberstein, Florian Hutter, Daniel Horn, Corinne Delacour

ARIAFERMA

117 minuti

Genere: Dramma
Regia: Leonardo Di Costanzo
Lingua: Italiano - Età: 18 anni

Trama: Un vecchio carcere ottocentesco, situato in una zona impervia e imprecisata del territorio italiano, è in dismissione. Per problemi burocratici i trasferimenti si bloccano e una dozzina di detenuti con pochi agenti rimangono in attesa di nuove destinazioni. In un’atmosfera sospesa, le regole di separazione si allentano e tra gli uomini rimasti si intravedono nuove forme di relazioni

Con: Silvio Orlando, Toni Servillo, Fabrizio Ferracane, Salvatore Striano, Roberto De Francesco, Pietro Giuliano, Nicola Sechi, Leonardo Capuano, Antonio Buíl, Francesca Ventriglia, Giovanni Vastarella

#IOSONOQUI (#JESUISLA')

97 minuti

Genere: Commedia - Romance
Regia: Eric Lartigau
Lingua: Italiano

Trama: Stéphane, uno chef di successo, conduce una vita tranquilla nei Paesi Baschi, circondato dall’affetto dei figli e dal supporto della ex-moglie. Eppure l’unica cosa che lo fa sentire vivo è Soo, una giovane donna coreana che ha conosciuto su Instagram. i due parlano di arte e di ciliegi in fiore e sembrano instaurare un solido rapporto nonostante la lontananza. In uno slancio emotivo, Stéphane decide di partire per Seoul e incontrare Soo. Al suo arrivo però, lei non si presenta e Stéphane inizia a vagare per l’aeroporto e per la città, dove la ricerca di Soo lo porterà a riscoprire se stesso. Riusciranno i due a conoscersi finalmente di persona?

Con: Alain Chabat, Bae Doo Na, Jules Sagot, Ilian Bergala, Camille Rutherford, Blanche Gardin, Vincent Nemeth, Delphine Gleize, Lazare Lartigau, Nathalie Lacroix

IO SONO BABBO NATALE

100 minuti

Genere: Commedia
Regia: Edoardo Falcone
Lingua: Italiano

Trama: Ettore (marco Giallini) è un ex galeotto dalla vita turbolenta e sgangherata. Ha scontato 5 anni di carcere per una rapina commessa con dei complici di cui non ha mai rivelato i nomi. Alle spalle ha una relazione finita male con Laura, da cui ha avuto una figlia che non ha mai potuto conoscere. Non ha grandi alternative se non quella di continuare a fare il rapinatore. è così che si ritrova a casa di Nicola (gigi Proietti), un amabile signore che non ha niente di valore che si possa rubare. In compenso ha una bizzarra rivelazione da fare ad Ettore: dichiara infatti di essere Babbo Natale. Ettore è decisamente scettico: Nicola sarà davvero chi dice di essere?

Con: Marco Giallini, Gigi Proietti, Barbara Ronchi, Daniele Pecci, Antonio Gerardi

LA PERSONA PEGGIORE DEL MONDO

121 minuti

Genere: Commedia - Dramma
Regia: Joachim Trier
Lingua: ORIGINALE - Età: 18 anni

Con: Renate Reinsve, Anders Danielsen Lie, Herbert Nordrum, Maria Grazia Di Meo, Hans Olav Brenner, Marianne Krogh, Helene Bjørnebye, Vidar Sandem, Anna Dworak, Thea Stabell, Deniz Kaya

PETITE MAMAN

72 minuti

Genere: Dramma
Regia: Céline Sciamma
Lingua: Italiano

Trama: Petit Maman - che nella filmografia della Sciamma viene dopo l’acclamato Ritratto della giovane in fiamme, film presentato al Festival di Cannes 2019 dove ha vinto il Premio per la Miglior Sceneggiatura e il Queer Palm - racconta la storia di Nelly, una bambina di otto anni, che a seguito della morte della nonna aiuta i genitori a svuotare la casa di infanzia della madre. Nelly esplora la casa e il bosco che la circonda, dove sua madre Marion giocava da bambina e dove aveva costruito la casetta di legno di cui Nelly aveva sentito tanto parlare. Dopo che la madre va via all’improvviso, Nelly incontra nel bosco una bambina della sua età che si chiama proprio Marion e sta costruendo una casetta di legno

Con: Joséphine Sanz, Gabrielle Sanz, Nina Meurisse, Stéphane Varupenne, Margot Abascal

DeAndré#DeAndré Storia di un impiegato

94 minuti

Genere: Documentario
Regia: Roberta Lena
Lingua: Italiano

Trama: Evento Speciale fuori concorso alla 78. Mostra Internazionale d’arte Cinematografica di Venezia. Produzione artistica e arrangiamenti: Cristiano De André / Stefano Melone. Con la partecipazione di Dori Ghezzi e Filippo De André Il racconto inedito sul rapporto speciale tra un padre e un figlio, il loro comune sentire, il commovente passaggio di testimone. “mio padre è una tachipirina per l’anima!” Cristiano De André “deandré#deandré Storia di un impiegato”, il film documentario diretto da Roberta Lena, prodotto da Intersuoni, Nuvole Production e Nexo Digital, verrà presentato in anteprima come evento speciale nella sezione Fuori Concorso della 78. Mostra Internazionale d’arte Cinematografica di Venezia per approdare poi nei cinema italiani solo il 25, 26, 27 ottobre. Il film si basa sul concerto/spettacolo del concept-album di Fabrizio De André che il figlio Cristiano – apprezzato sullo stesso palco sia dal pubblico che dal padre Fabrizio – ha sapientemente riarrangiato e portato in tour con grande successo per due anni. Alla base di “deandré#deandré Storia di un impiegato” ci sono musica, documenti inediti e la partecipazione esclusiva di Cristiano De André, Dori Ghezzi e Filippo De André. La regista Roberta Lena (già autrice dello spettacolo/concerto) indaga, attraverso la memoria di Cristiano, il suo rapporto col padre, fornendoci uno sguardo diverso sul grande cantautore e una visione contemporanea di un’opera che rappresenta un’eredità artistica e politica per ognuno di noi. Dal fulcro dell’opera, vengono svelati le memorie mai confessate, i sentimenti che hanno ispirato la creazione, la comunità di artisti e amici che sono diventati famiglia: i grandi artisti di quel tempo che riempivano la casa di Portobello in Sardegna, dove l’album è stato in parte concepito e che circondavano il bambino Cristiano. Nel film tutte le vicende di Faber, filtrate dalla memoria del figlio, appaiono improvvisamente arricchite, approfondite dal più forte dei legami, fino a diventare un racconto completamente inedito, per contenuti e carica emotiva. Una sorta di biografia, attraverso il rapporto speciale tra padre e figlio, del loro comune sentire, del loro comune pensiero sociale, delle sofferenze condivise, fino ad arrivare a un riconoscimento totale e alla simbiosi, al passaggio di testimone, all’eredità. “voi non avete fermato il vento gli avete fatto perdere tempo” diceva Fabrizio De André rivolto al potere parlando di cosa era rimasto del ’68. e aggiungeva che la creazione dell’album “storia di un impiegato” – scritto nel 1973 con Giuseppe Bentivoglio e Nicola Piovani – gli aveva fatto compiere la sua più grande rivoluzione: “già è stato difficile da borghese diventare anarchico, ma il vero lavoro è stato da individualista diventare collettivista”. Per questo, il film esplora il conflitto atavico che è stata la rivoluzione di Fabrizio e che è diventata quella di Cristiano, con uno sguardo ai nuovi movimenti sociali del mondo in quegli anni e a quelli del mondo contemporaneo.

FREAKS OUT

120 minuti

Genere: Fantascienza - Dramma - Azione
Regia: Gabriele Mainetti
Lingua: Italiano

Trama: Freaks out, film diretto da Gabriele Mainetti, è la storia di quattro amici - Matilde (aurora Giovinazzo), Cencio (pietro Castellitto), Fulvio (claudio Santamaria) e Mario (giancarlo Martini) - così legati tra loro da essere quasi come fratelli. Siamo nel 1943, a Roma, proprio nel bel mezzo della Seconda guerra mondiale e nell'anno in cui la Capitale è scenario di bombardamenti tra nazisti e Alleati. i quattro lavorano in un circo, gestito da Israel (giorgio Tirabassi), che per loro- più che un capo - è una sorta di figura paterna. Quando quest'ultimo cerca di trovare una via di fuga che li porti lontano dal conflitto, scompare misteriosamente, lasciando i quattro soli e senza alcuna prospettiva. Matilde, Cencio, Fulvio e Mario si ritrovano improvvisamente senza quello che avevano prima, un circo che era sinonimo di famiglia e sicurezza. Senza Israel, senza il tendone sono soltanto dei fenomeni da baraccone privi di uno scopo nella vita, bloccati nella Città eterna, che inizia a crollare sotto i duri colpi bellici

Con: Claudio Santamaria, Aurora Giovinazzo, Pietro Castellitto, Giancarlo Martini, Giorgio Tirabassi, Max Mazzotta

MADRES PARALELAS

120 minuti

Genere: Dramma
Regia: Pedro Almodóvar
Lingua: Italiano

Trama: Due donne non sposate che sono rimaste incinte per sbaglio e stanno per partorire si incontrano in una stanza d'ospedale: Janis, di mezza età, impenitente e felice; Ana, un'adolescente, piena di rimorsi e spaventata

Con: Penélope Cruz, Milena Smit, Israel Elejalde, Aitana Sánchez Gijón, Rossy De Palma, Julieta Serrano, Arantxa Aranguren, Adelfa Calvo, José Javier Domínguez, Carmen Flores

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.